Casatiello dolce napoletano

Uova, bacon e fagioli - Casatiello dolce napoletano - All rights reserved

Quella del casatiello dolce napoletano (anche definito Pigna di Pasqua in provincia di Caserta), è una ricetta che richiede sì ingredienti poveri e semplici da reperire per la sua preparazione, ma anche una non modesta quantità di pazienza per via del fatto che quest’ultima richieda più giorni per essere eseguita. Ma non temete: la nostra Teresa ha messo a punto una ricetta che vi accompagnerà passo dopo passo nella prepazione di questo dolce, simbolo della Pasqua campana e napoletana, per far sì che i vostri sforzi non siano stati profusi invano.

Difficoltà (max. 🥚x5)

🥚🥚🥚🥚

Tempo

⏰ ca. 2 giorni


Ingredienti

Lievitino

  • Lievito di Birra – 11 g di
  • Farina di tipo ‘00’ – 50 gr
  • Acqua a temperatura ambiente – 30 gr
  • Zucchero bianco semolato – 1 gr

Primo impasto

  • Farina di tipo ’00’ – 200 gr
  • Zucchero bianco semolato – 50 gr
  • Uova intere – 1
  • ½ bicchiere di acqua tiepida

Secondo impasto

  • Farina di tipo ’00’ – 255 gr
  • Zucchero bianco semolato – 200 gr
  • Sugna – 120 gr
  • Uova intere – 4 
  • 2 bustine di vanillina
  • La buccia grattugiata di un limone e un’arancia da agricoltura biologica
  • ½ bicchierino di liquore ‘Strega’
  • ½ cucchiaino di sale

Glassa

  • Albume – 1 
  • Zucchero a velo – 100 gr

Giorno 1

Ore 16:00 – Preparazazione del lievitino (biga)

In una ciotola, unite la farina allo zucchero e al lievito di birra sciolto in acqua tiepida e lasciate lievitare la massa ottenuta sino al raddoppio del suo volume

Ore 19:00 – Preparazione del primo impasto

Dopo di ciò, inserire la biga in una ciotola con l’acqua e lo zucchero e lavorare per qualche minuto.

Riunite, quindi, il composto ottenuto alla farina e lavorate energicamente per qualche minuto. Nel caso possediate una planetaria, usate questa montandovi il gancio ’K’. Infine, inserite lo zucchero, l’uovo e l’acqua e lavorate fino a quando non sarete certi si sia formata la maglia glutinica. Per verificare ciò, basterà sollevare un lembo di impasto e accertarsi che formi il classico velo, senza spezzarsi. In questa fase è importante che la temperatura dell’impasto non superi i 27°C. Mettete, dunque, l’impasto a riposare per 12 ore coperto con pellicola.


Ecco un consiglio

Per far sì che l’impasto non superi la temperatura di 27°C, potreste insire la ciotola in cui lo andrete a lavorare (o la bowl della planetaria) per una mezzoretta in freezer.

Il velo che si forma quando la maglia glutinica è ben costruita

Giorno 2

Ore 8:00 – Preparazione del secondo impasto

In una ciotola, unite al primo impasto la farina e lavorate energicamente per qualche minuto. A questo punto, unite lo zucchero, le uova e la buccia grattugiata degli agrumi e continuate ad impastare facendo ben amalgamare tutti gli ingredienti.

Aggiungete, quindi, gli aromi e il liquore. Infine, unite alla massa la sugna e lavorate l’impasto fino a quando si formi la maglia glutinica (cfr. Giorno 1). Anche in questa fase è importante che la temperatura dell’impasto non superi i 27°C.

Una volta ottenuto un composto liscio e omogeneo, formatene una palla dandogli qualche piega afferrandone i lembi più esterni e portandoli verso l’interno, e inserite in uno stampo per panettone. Lasciate lievitare il casatiello fino ad un  paio di centimetri dall’orlo dello stampo stesso.


A noi sono occorse circa 4/5 ore, ma molto dipende dalla temperatura della vostra casa, quindi abbiate pazienza.

Cuocete il casatiello per i primi 10 minuti a 180°C modalità statica e altri 40 minuti a 170°C coperto da carta alluminio sempre in modalità scatica. Una volta cotto (controllate con uno spillone di legno) spegnete il forno e lasciatelo raffreddare per 30 minuti nel forno spento. Quando si sarà raffreddato, procedete con la preparazione della glassa: montate leggermente l’abume e successivamente unitevi lo zucchero a velo. Coprite di glassa il casatiello e decoratelo con confettini colorati.


Gallery


Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila subito sui tuoi profili social e iscriviti al blog per non perderti nessuno dei nostri aggiornamenti 👇🏼

Prima di salutarci, lascia che ti tentiamo ancora con uno dei nostri deliziosi manicaretti

Gaetano e Teresa

Pubblicato da Uova, bacon e fagioli - Foodblog itinerante

Benvenuti, amici! Prendete posto al nostro tavolo: al resto, penseremo tutto noi! Gaetano e Teresa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: